Chi ha questa speranza si purifica

In un batter d’occhio. Questo è il lasso di tempo in cui il nostro corpo sarà trasformato da mortale a immortale.

 «Ecco, io vi dico un mistero: non tutti morremo, ma tutti saremo trasformati, in un momento, in un batter d’occhio, al suono dell’ultima tromba.» (1 Corinzi 15:51-52)

Non so quante volte avrò letto queste parole ma solo oggi ho considerato quante implicazioni positive può produrre, nella vita di un credente, sapere che al ritorno di Gesù diventerà immortale come Lui.

Di tanto in tanto un’ondata di previsioni sulla fine del mondo e il ritorno di Gesù investe social, scrittori, registi e ahimè anche pastori che cercano di azzeccare una data. Calendari Maya, lune di sangue, pianeti che si allineano, elezioni presidenziali, pandemie. Tante profezie, alcune pure simpatiche che però hanno tutte lo stesso finale, non si adempiono mai. Sai perché? Perché la Bibbia dice, senza dare spazio ad interpretazioni, che nessuno (incluso Gesù) conosce il giorno e l’ora del Suo ritorno.

C’è un però! Se la Bibbia tace su quando, dice molto su cosa accadrà, ed una di queste sarà quella di diventare immortali.

Un corpo da cambiare

Quando siamo nati di nuovo, con l’aiuto dello Spirito Santo, abbiamo visto Gesù come è realmente. Ci siamo pentiti e abbiamo deciso di cambiare la nostra mente incredula credendo alla buona notizia, passando cosi dall’oscurità alla sua luce meravigliosa. E’ avvenuto un cambiamento radicale.

Ma una cosa non è cambiata, il nostro corpo.

Il corpo che possediamo a causa dell’ingloriosa scelta di Adamo di consegnare la terra nelle mani di Satana è ancora sottoposto a invecchiamento, malattie, acciacchi e prima o poi raggiungerà il punto dove non potrà più essere guarito. È naturale che sia cosi ma non deve essere temuto.

Come disse Paolo: «Sappiamo infatti che se questa tenda che è la nostra dimora terrena viene disfatta, abbiamo da Dio un edificio, una casa non fatta da mano d’uomo, eterna, nei cieli.  (2 Corinzi 5:1)

Una tenda è una dimora temporanea mentre la casa è la tua dimora permanente. Il nostro corpo fisico è una tenda. È un’abitazione temporanea utile per questo breve campeggio chiamato vita terrena ma che deve essere sostituito da una casa cioè da un corpo glorificato.

Anche Gesù quando era sulla terra aveva una “tenda come corpo” ma ora ha qualcosa di meglio. E quando tornerà, lo vedremo come è realmente. E meraviglia delle meraviglie, saremo come lui. (1 Giovanni 3: 2).

In un’istante, in un batter d’occhio il nostro corpo non si ammalerà più, non morirà più. Sarà sempre giovane, sano e  forte, sarà come quello di Gesù quando è risorto, un corpo che potrà trascendere la materia, lo spazio e il tempo. Per me e te che abbiamo creduto in Cristo, la morte sarà un semplice spogliatoio dove ci scrolleremo di dosso le spoglie mortali e ci rivestiremo di una gloria incorruttibile.

Ti prego, di un grande AMEN!!

Chi ha questa speranza si purifica

Ora, che effetto ti fa sapere questo? Te lo chiedo perché la bibbia dice che quando abbiamo questa speranza, essa ci purifica: «E chiunque ha questa speranza in lui, si purifica come egli è puro» (1 Giovanni 3:3)

In altre parole, più ascoltiamo verità che riguardano Gesù  e più avremo una vita santa e pura. Perché se è vero che al suo ritorno il nostro corpo sarà come il suo è altrettanto vero che la nostra vita può diventare come la sua. Ma c’è solo un modo, se ascoltiamo il più possibile cose che riguardano Gesù.

Il problema nasce quando al posto Suo ascoltiamo altro.

Il motivo principale per cui noi cristiani alle volte non cresciamo è perché abbiamo una conoscenza limitata di Gesù. E’ questo che ci rende immaturi. Perché un messaggio che spesso ascoltiamo è quello del “devi impegnarti, devi astenerti, devi santificarci, etc…”Ma questo non è il vero vangelo, è un messaggio che parla di te e non di quello che Gesù ha già compiuto per noi.

La Bibbia ci ricorda che non abbiamo bisogno dei “7 punti per vivere una vita santa” o delle “3 chiavi per avere successo” o “di 9 passi per essere benedetti”. Una cosa dice e in modi diversi, che abbiamo un bisogno costante di ascoltare, predicazioni, esortazioni, canzoni che ci parlino di Gesù Cristo e di ciò che ha fatto per noi. Perché Lui è stato fatto per noi sapienza, giustizia, santificazione e redenzione. (1 Corinzi 1:30)

Per un suo atto di volontà e per il sacrificio del suo corpo ci ha reso saggi, giusti, santi e redenti. Questo era lo scopo del suo ministero. Fu annoverato tra i trasgressori affinché noi potessimo essere annoverati tra i santi.

Ricorda, il vero vangelo è un messaggio pratico con il potere soprannaturale di portare un cambiamento senza sforzo e duraturo nella nostra vita. Potresti non essere puro; potresti essere alle prese con tutti i tipi di dipendenze e cattive abitudini. Ma se dimori in Cristo e ti nutri nell’ascolto di Colui che è puro, scoprirai che i tuoi appetiti inizieranno a cambiare. Con un nuovo cuore e una nuova mente, inizierai a pensare in modo diverso. Svilupperai nuovi gusti. Avrai bisogno di cose diverse. Le vecchie abitudini che ti facevano male perderanno la presa e sarai libero. Tutto questo perché la potenza della Sua grazia sarà in te.

«La sua potenza divina ci ha donato tutto ciò che riguarda la vita e la pietà mediante la conoscenza di colui che ci ha chiamati con la propria gloria e virtù.» (2 Pietro 1:3)

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.


*