Ho commesso il peccato imperdonabile

Abbiamo tutti incontrato il terribile e preoccupante versetto di Matteo in cui leggiamo di un peccato che la grazia di Dio non può coprire:

«Perciò io vi dico: ogni peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini; ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata.  A chiunque parli contro il Figlio dell’uomo, sarà perdonato; ma a chiunque parli contro lo Spirito Santo, non sarà perdonato né in questo mondo né in quello futuro. (Mt 12:31-32)

Questo passo è spesso indicato come prova che possiamo perdere la nostra salvezza. Se commetti questo peccato, non importa quanto sei stato bravo come cristiano, la verità è che per te non ci sarà posto in paradiso.

Ovviamente questa è una bugia grossa come una casa perché la Scrittura è molto chiara sul fatto che Gesù morì per tutti i peccati di tutte le persone di ogni tempo (Col 2:13; 1 Giovanni 2:2). La sua morte ha coperto tutti i peccati che abbiamo commesso prima e dopo di aver creduto in Lui per la vita eterna.

Dio non è sorpreso da nessun peccato che commettiamo, né si rammarica di averci donato la vita eterna al punto da riprendersela, perché tutti i nostri peccati erano ancora futuri quando Gesù morì sulla croce.

Peccato o bestemmia?

Nella Bibbia non troviamo la frase: “peccato imperdonabile” ma si deduce quando leggiamo che «…la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata» (Mt 12:31).

Proprio in queste parole impariamo cos’è il fatidico “peccato imperdonabile” ovvero è una bestemmia contro lo Spirito. Pertanto la domanda da farsi non è quella che spesso ci facciamo: “Qual’è il peccato imperdonabile?” piuttosto “Cos’è la bestemmia contro lo Spirito?”

Nel greco originale, le parola bestemmia significa calunniare o parlare falsamente di qualcuno in modo da ledere il suo buon nome. E siccome viviamo in Italia potremmo pensare che la bestemmia sia quella di associare il nome di Dio a quello di qualche animale. Ma vorrei farti notare che si può bestemmiare il nome di Gesù ed essere ancora perdonati: «A chiunque parli contro il Figlio dell’uomo, sarà perdonato» (Mt 12:32), quindi la bestemmia contro lo Spirito non è dire con la bocca un parola dispregiativa nei confronti di Dio ma qualcosa di diverso.

Ipotesi sul peccato imperdonabile

La prima ipotesi sostenuta da alcuni studiosi sarebbe il rifiuto del Messia da parte d’Israele. Perché secondo il contesto di Matteo 12, furono i leader religiosi con cui Gesù stava parlando, che non accettandolo come il Messia si spinsero a dire che le sue opere provenivano da Satana, il che era una cosa blasfema da dire.

Se questo punto di vista fosse corretto, allora nessuno potrebbe commettere il peccato imperdonabile tranne il popolo ebraico che viveva al tempo di Cristo. Ma il testo stesso squalifica questa ipotesi perché Gesù dice «ma a chiunque parli contro lo Spirito…»(Mt 12:32). Il che significa non solo il popolo israelita di quel tempo ma tutte le persone.

Un altra ipotesi potrebbe essere quella di attribuire l’opera dello Spirito Santo a Satana. In altre parole, se vedi qualcuno compiere miracoli o guarigioni sotto il potere dello Spirito Santo, è bene non dire che sia sotto influenze demoniache, perché potresti incorrere nella bestemmia contro lo Spirito.

Anche questa ipotesi, sembra andare contro alcune Scritture ad esempio quella di 1 Giovanni «non crediate a ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio» (1 Giovanni 4:1). È dovere del cristiano chiedersi se qualcosa viene da Dio oppure no.

Terza ipotesi è l’incredulità. Questa è quella che ho sempre sostenuto. Apparentemente sembra la più convincente perché se non credi non verrai salvato. Secondo alcuni, questo sarebbe sostenuto anche dall’apostolo Giovanni che nella sua epistola parla di un peccato che conduce a morte.

Certamente coloro che non credono non andranno in paradiso, e quindi non saranno mai perdonati a causa della loro incredulità. Però, anche per questa ipotesi la Bibbia sostiene che l’incredulità alla fine non è un peccato imperdonabile (Marco 9:24; Marco 16:14; 1 Timoteo 1:13).

Una quarta ed ultima ipotesi invece sarebbe quella di considerare la bestemmia contro lo Spirito i “peccati senza rimedio” come il suicidio o l’omicidio. Ma il sangue di Cristo è stato versato anche per questi peccati.

Cos’è la bestemmia contro lo Spirito?

Resistere allo spirito santo.

Da Giovanni 16 il compito dello Spirito Santo è di convincere il mondo: «Quando sarà venuto, convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio…»(Gv 16:8).

Quando i non cristiani resistono allo Spirito Santo, ostacolano ciò che lo Spirito Santo sta dicendo loro. Cercano di smorzare la Sua voce con tutto quello che gli sta vicino: svago, musica, alcol, droghe, sesso etc. Alla voce dello Spirito Santo preferiscono la voce del diavolo che li illude di essere delle brave persone.

Però, il risultato di questa loro resistenza è che lo Spirito Santo smetterà di provare a convincerli. Perché hanno scelto una volta per tutte il loro percorso di ribellione. Lo Spirito Santo non li convincerà più del loro peccato, del bisogno di salvezza o del giudizio imminente. Hanno chiesto di essere lasciati soli, e quindi la loro richiesta sarà onorata.

Hai commesso il peccato imperdonabile?

Quindi, come fai a sapere se hai commesso questo peccato? Se hai creduto in Gesù Cristo per la vita eterna, allora sei salvato e non è più possibile per te bestemmiare conto lo Spirito Santo. Sei al sicuro tra le braccia di Gesù. Nessuno può toglierti dalle Sue mani, o dalle mani di Suo Padre (Giovanni 10:28-29). Niente può separarti dall’amore di Dio, nemmeno te stesso (Rm 8:38-39).

Se hai paura di aver commesso il peccato imperdonabile, smettila di preoccuparti. Gesù non è un bugiardo!

Invece, se stai leggendo questo articolo e non sei un cristiano, allora ti incoraggio a prendere una decisione. Non indurire il tuo cuore al punto da allontanare per sempre l’opera dello Spirito Santo dalla tua vita. Credi nel Signore Gesù (ora) come tuo personale Salvatore e sarai salvo per l’eternità.

Non c’è peccato troppo grande che sia al di fuori della potente grazia di Dio in Cristo Gesù.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.


*